Parmènide (Παρμενίδης)

“L’Essere è immobile perché se si muovesse sarebbe soggetto al divenire, e quindi ora sarebbe, ora non sarebbe.”
Il volto é mutabilità, può aprire un baratro verso l’infinito, è ciò che non può essere afferrato dal pensiero.
Gli uomini preferiscono lasciarsi guidare dall’opinione, anziché dalla verità; giudicano la realtà in base all’apparenza, al un volto.